My Blog

ELARGIRE LA GRAZIA DI DIO (2)

No comments

“IO NON ANNULLO LA GRAZIA DI DIO” GALATI 2:21

Chuck Swindoll dice che noi cristiani siamo spesso intolleranti con quanti non si adeguano al nostro modo di fare, atteggiamento che si palesa in commenti acidi o in impassibili sguardi fissi. Queste reazioni decimeranno le fila della chiesa più di un incendio in cantina o di un’alluvione tra le panche. Paolo rimproverò i Galati per “essere passati ad altro vangelo” (1:6) “annullando al Grazia di Dio” (vedi 2:21), diventando “ammaliati dal legalismo” (vedi 3:1). Certamene c’è un limite alla libertà. La Grazia non concede libertinismo… l’opposto del legalismo non è “Fai pure come ti pare”. Ma i limiti sono più ampi di quanto possiamo immaginare. Non posso credere, ad esempio, che l’unica musica che fa sorridere Dio sia quella colta o gli inni… nemmeno penso che l’abbigliamento più adatto per il culto sia giacca e cravatta… ricordiamoci che chi si concentra sulle apparenze non è certo Dio! Egli “guarda al cuore” (1 Samuele 16:7). Gesù riservò il Suo sermone più duro e più lungo ai legalisti a Lui contemporanei: i Farisei. Quando si trattò di vanagloria e autostima Gesù non andò per il sottile. Pensò che fosse l’unico modo per trattare con chi se ne andava nei luoghi di culto a disprezzare e schernire gli altri. Non meno di sette volte pronunciò il “guai a voi” perché è l’unico linguaggio che un fariseo comprende. Concludendo: 1. Se hai la tendenza a essere un fariseo, smettila! Se sei il tipo che bullizza e disprezza gli altri, sei un fariseo del XXI secolo. 2. Quando i farisei moderni cercano di controllare la tua vita, fermali. Ricorda a quegli impostori che la pagliuzza nell’occhio tuo è tra te e Dio e che essi dovrebbero stare attenti alla trave nei loro occhi.

andreaELARGIRE LA GRAZIA DI DIO (2)
read more

ELARGIRE LA GRAZIA DI DIO (1)

1 comment

“TU STESSA GLIENE AVRESTI CHIESTO” GIOVANNI 4:10

Quando la donna al pozzo offrì a Gesù dell’acqua, Egli replicò: “«Se tu conoscessi il dono di Dio e chi è che ti dice: “Dammi da bere”, tu stessa gliene avresti chiesto, ed egli ti avrebbe dato dell’acqua viva»”. Gesù abitualmente mostrava misericordia a quanti meno la meritavano e questa donna non era un’eccezione. In che misura elargisci la grazia di Dio agli altri? Sei generoso o la tieni per te stesso e la doni in maniera parsimoniosa? Jon Walker dice: “La grazia consente alle persone di compiere scelte… è gratuita, sgorga, è libera dalla colpa o dalla vergogna. Essa dice: “So tutto di te e ti amo ancora”. La maggior parte di noi, agisce come se Dio fosse avido della Sua grazia. Temiamo il Suo castigo… pensiamo sia come il preside delle superiori che entra nell’atrio e si annota i nomi… ma Dio sa già chi ha fatto cosa, chi è da biasimare, ma tuttavia ci ama. Il Suo interesse è redimerci, non tenerci sul forcone per i nostri peccati. Purtroppo, molti cristiani vivono come se fossero ancora sul forcone e a loro volta ci tengono le altre persone. Usiamo le armi della carne, cioè commenti sarcastici, gli occhi alteri, per correggere la gente e per cercare di indurli a vivere nel modo giusto. Al contrario, quando la donna al pozzo tornò al villaggio, disse: “«Venite a vedere un uomo che mi ha detto tutto quello che ho fatto (Giov. 4:29). Niente era nascosto a Gesù, eppure Egli usò un tale tono che ella si sentì amata e accettata. Questa è la grazia di Dio!

andreaELARGIRE LA GRAZIA DI DIO (1)
read more

EVITA LE LUMACHINE DI MARE

No comments

“NON FARE AMICIZIA CON L’UOMO COLLERICO” PROVERBI 22:24

Hai mai visto il guscio di un’ostrica senza l’ostrica dentro? Ti sei mai chiesto come ha fatto il mollusco ad uscire? Cerca un piccolo foro sulla superfice della conchiglia fatta da un buccino (lumachina di mare appunto). Questa piccola creatura marina è dotata di un’appendice che lavora come una trivella. Con essa il buccino fora il guscio e succhia, a poco a poco, l’ostrica dal buco finché non l’ha divorata. Non permettere agli scoppi d’ira di qualcuno, o alle osservazioni critiche, di portarti via la tua buona inclinazione e la tua indole solare. Se non stai attento, rischi di irritarti fino al punto da farti corrodere da rabbia e amarezza. Questo può essere pericoloso per la tua salute. C’è una montagna di studi scientifici che dimostrano come certi tipi di depressione non sono altro che rabbia tenuta dentro. Ricorda il vecchio motto: “Non è ciò che mangi, ma ciò che ti sta mangiando che ti causa malattie”. La Bibbia dice: “Non fare amicizia con l’uomo collerico, non andare con l’uomo violento perché tu non impari le sue vie ed esponga te stesso a un’insidia” (Prov 22:24). Se sei saggio, eviterai sia le persone che sono continuamente negative o abitualmente arrabbiate con la vita, sia quelli che prendono piacere nel punzecchiarti. In altre parole, evita le lumachine di mare. John Mason scrive “un modo per liberarsi di certe zavorre è di distogliere la mente da ciò che sembra essere contro di te. Pensare a cose negative significa attribuire loro un potere che in verità non hanno. Parlare dei tuoi guai, ne aggiunge semplicemente altri. Aggrappati al perdono, ai progetti e alla Parola di Dio. Poi liberati da certe ‘situazioni appiccicose’.

andreaEVITA LE LUMACHINE DI MARE
read more

USA I TUOI TALENTI

No comments

“NON TRASCURARE IL CARISMA CHE È IN TE” 1TIMOTEO 4:14

Luigi Tarisio nacque in Italia nel 1796. Fu un collezionista di violini, si vantava di scovarne di rari e acquistava strumenti di altissima qualità. Nessuno tuttavia sapeva della passione di Tarisio fino alla sua morte. Quando la sua tenuta fu messa in vendita furono rinvenuti nel suo attico qualcosa come 246 violini! Uno dei più costosi, nascosto in un cassetto di un vecchio armadio, era uno Stradivari che egli comprò da qualcuno che a sua volta lo ebbe comprato unicamente come oggetto da collezione. Nel commentare l’accaduto il Dott. W. Y. Fullerton, il talentuoso predicatore battista, notò che nel preservare lo strumento, Tarisio “aveva privato il mondo di tutta quella musica”. E altri prima di lui avevano fatto lo stesso. Infatti, il più grande Stradivari della sua collezione rimase senza essere suonato per ben 147 anni! Uno psicologo disse: “Non morire con la tua musica ancora dentro di te… non arrivare alla fine della tua vita e dire e se tutta la mia vita fosse stata sbagliata”? Dio ti ha dato dei doni ed Egli si aspetta che tu li usi. Se aspetti fino a che non riesci a farlo perfettamente, non lo farai mai. Gesù disse: “Voi siete il sale della terra; ma, se il sale diventa insipido, con che lo si salerà? Non è più buono a nulla se non a essere gettato via e calpestato dagli uomini. “Voi siete la luce del mondo. Una città posta sopra un monte non può rimanere nascosta” (Mat 5:13-14). Comprendi queste cose: Dio ti riterrà responsabile della scoperta dei tuoi talenti, del loro massimo sviluppo e del loro uso per glorificare Lui e benedire gli altri.

andreaUSA I TUOI TALENTI
read more

“SII LENTO ALL’IRA”

No comments

“L’UOMO COLLERICO FA NASCERE CONTESE, MA CHI È LENTO ALL’IRA CALMA LE LITI” PROVERBI 15:18

Salomone ci consiglia ripetutamente di essere “lenti all’ira” (Proverbi 14:29; 15:18; 16:32). Apri la Bibbia e leggi questi passi lentamente, meditando e con devozione. Presta grande attenzione alle volte in cui Gesù si arrabbia (poche) e noterai di sicuro una cosa. Egli non si è mai arrabbiato per qualcosa fatto contro di Lui, non ha mai reagito in modo violento contro chi gli faceva un torto. Quando i suoi esecutori lo inchiodarono sulla croce, Egli pregò dicendo: “Padre, perdona loro, perché non sanno quello che fanno” (Luca 23:34). Straordinario, non è vero? Perciò, se la tua decisione di seguire Cristo è seria, devi imparare a seguirLo completamente. La Bibbia afferma: “La risposta dolce calma il furore, ma la parola dura eccita l’ira” (Proverbi 15:1). Hai mai notato che i pompieri non combattono quasi mai il fuoco con altro fuoco? La maggior parte delle volte, l’acqua è uno strumento molto più adatto. Nello stesso modo, la risposta pacata ad un commento pieno di ira è come versare l’acqua fresca della calma sul fuoco di un temperamento irascibile. Un’unità di ricerca del college Kenyon ha confermato, attraverso una serie di esperimenti, che la risposta ad un’aggressione verbale è quasi sempre dello stesso tono. La ricerca ha inoltre provato che puoi controllare il tono di voce dell’altra persona, perché dipende dal tono che utilizzi per parlarle. Se mantieni un tono tranquillo, non solo eviti di arrabbiarti, ma previeni anche il nervosismo dell’altra persona. Vuoi essere più simile a Cristo e avere relazioni migliori con gli altri? Bene, la parola per te oggi è: “Sii lento all’ira.”

andrea“SII LENTO ALL’IRA”
read more

IL POTERE RIVOLUZIONARIO DELLA GRATITUDINE (2)

No comments

“SIATE SEMPRE GIOIOSI” 1TESSALONICESI 5:16

Ti sei mai chiesto: “Signore, perché a me? Com’è possibile che non rispondi alle mie preghiere? Perché la tua Parola con me non funziona come con gli altri?” I tuoi amici cercano di darti coraggio, dicendoti che tutto andrà migliorando, ma tu non riesci a vedere la luce in fondo al tunnel. E proprio quando pensi che non potrebbe andarti peggio, apri la Bibbia e leggi “Siate sempre gioiosi… in ogni cosa rendete grazie” (vv.16-18), come se si potesse gioire nella tua situazione! Alexander Maclaren disse “Cerca di coltivare nella tua quotidianità un gioioso e positivo significato della bontà di Dio”. Comunque, resta il fatto che quando la vita ti schiaccia, l’ultima cosa che senti di fare è ringraziare, giusto? Ma, come osserva Nancy Leigh DeMoss: “A meno che tu non riesca semplicemente ad amare il dovere quando ti sveglia alle tre del mattino, o dirotta i tuoi piani nel il tuo giorno libero o ti consegna un conto inaspettato che non era nei calcoli… non provare a vivere la vita cristiana senza gratitudine. Con la sola forza di volontà e sforzo potresti riuscire a “dare” risposte giuste, ma il tuo Cristianesimo (così detto) sarà vuoto, spigoloso e poco invitante… Se tutto ciò che la nostra fede ha da offrire sono solo parole adatte a un libro di testo di teologia, non sarebbe gentile proporle a qualcuno che lotta per sopravvivere. La vera gratitudine centrata su Cristo e motivata dalla grazia si adatta ai momenti più disperati della vita e alle situazioni difficili. Quando non ci sono risposte, dà speranza, trasforma combattenti sopraffatti in conquistatori trionfanti… La gratitudine è uno stile di vita biblico di strenuo combattimento e infuso di grazia… e la sua forza rivoluzionaria in grado di trasformare è riservata a coloro che conoscono e riconoscono Colui che è origine di ogni dono e che sono destinatari della Sua grazia redentrice”.

andreaIL POTERE RIVOLUZIONARIO DELLA GRATITUDINE (2)
read more

IL POTERE RIVOLUZIONARIO DELLA GRATITUDINE (1)

No comments

“IN OGNI COSA RENDETE GRAZIE… QUESTA È LA VOLONTÀ DI DIO” 1 TESSALONICESI 5:18

Rendere grazie infonde gioia e resilienza nella tua vita quotidiana. Il teologo britannico John Henry Jowett disse: “Ogni virtù separata dalla gratitudine è mutilata e percorre zoppicando il cammino spirituale”. Senza gratitudine la fede diventa una vana pratica religiosa e il tuo amore per il prossimo crolla e si consuma, privandoti della gioia e facendoti sentire un martire. Quando Paolo afferma: “In ogni cosa rendete grazie… questa è la volontà di Dio”, non sta dicendo che qualsiasi circostanza attraversi sia necessariamente la volontà di Dio. Il pastore Jack Hayford osserva: “In ogni polizza assicurativa vi è questa disposizione “eccetto in caso in cui sia un atto di Dio”; tradotto nel contesto culturale, si tratta delle cose peggiori che potrebbero accadere. Ho sentito persone interpretarlo così: “Beh, qualsiasi cosa accada è la volontà di Dio… rendiamo grazie… e lodiamo Dio”… La Bibbia non dice che è tutto progettato da Dio… dice che in quella situazione, attraverso di essa e aldilà di essa, Egli può trarne qualcosa di buono…” La volontà di Dio in Cristo” è di rendere grazie e lodare Dio nel bel mezzo di quella situazione. Perché? Perché ci sentiamo bene? No; perché pregare senza sosta introduce un canto di lode nella situazione… tirare avanti e pregare alla meno peggio non è abbastanza per essere all’altezza. Al contrario, il meglio che Dio può operare nella situazione farà nascere in noi la gratitudine, ci farà comprendere perché la Bibbia esorta: “In ogni cosa rendete grazie”. Concludendo, nella serie di circostanze che ti vengono date, puoi scegliere di autocommiserarti e di piagnucolare oppure di adorare e non si può adorare senza rendere grazie!

andreaIL POTERE RIVOLUZIONARIO DELLA GRATITUDINE (1)
read more

DOVRESTI INVESTIRE?

No comments

“CHI BADA AL VENTO NON SEMINERÀ; CHI GUARDA ALLE NUVOLE NON MIETERÀ.” ECCLESIASTE 11:4

Dovresti rischiare investendo o aspettare un “colpo di fortuna” che potrebbe arricchirti da un giorno all’altro? Salomone risponde: “Getta il tuo pane sulle acque, perché dopo molto tempo lo ritroverai” (v.1). Significa investire con devozione, in modo saggio ed essere pazienti, perché potrebbe passare “molto tempo” prima di averne un ritorno. La mentalità di arricchirsi velocemente non è biblica. “Fanne parte a sette, e anche a otto, perché tu non sai che male può avvenire sulla terra” (v.2). Perciò investi, ma diversifica; considera le oscillazioni del mercato. Sii guidato dalla fede invece che dalla paura. La paura permette all’imprevedibile di determinare le tue azioni. La saggezza di Dio, unita alla fede, è la chiave per investire. Aspettare il “momento giusto” potrebbe paralizzarti. Il successo non è la mancanza di sfide, è avere la saggezza di gestirle e andare avanti. La Bibbia afferma: “Chi bada al vento non seminerà; chi guarda alle nuvole non mieterà”. Se lasci che le probabilità ti immobilizzino, non seminerai mai, il che significa anche che non raccoglierai mai. Concludendo: la vita è piena di incognite, “Come tu non conosci la via del vento, né come si formino le ossa in seno alla donna incinta, così non conosci l’opera di Dio” (v.5). Tu non devi conoscere tutto o essere in grado di prevedere ciò che verrà. Solo ricerca Dio, e poi agisci secondo la saggezza che Egli ti dà (cfr. Giacomo 1:5). Non sei tenuto a capire come Egli lavorerà per tuo conto, hai solo bisogno di credere che lo farà!

andreaDOVRESTI INVESTIRE?
read more

COSA ASPETTARSI DAL VIAGGIO DELLA VITA (5)

No comments

“IN MODO CHE IO POSSA VANTARMI DI NON AVER CORSO INVANO, NÉ INVANO FATICATO” FILIPPESI 2:16

Devi rinunciare alla gratificazione a breve termine per un appagamento a lungo termine. Paolo mette a punto la sua vita e il suo ministero in questo verso: “In modo che io possa vantarmi di non aver corso invano, né invano faticato”. Niente nella vita è più importante delle scelte che fai. La Bibbia afferma, “Lot andò piantando le sue tende fino a Sodoma” (Genesi 13:12) e per un tempo prosperò. Ma alla fine, tutto ciò su cui lavorò andò in fumo. Poi leggiamo: “Il Signore disse ad Abramo, dopo che Lot si fu separato da lui: ‘Alza ora gli occhi e guarda, dal luogo dove sei, a settentrione, a meridione, a oriente, a occidente. Tutto il paese che vedi lo darò a te” (vv. 14-15). Lot scelse la direzione sbagliata e perse. Abramo scelse la direzione giusta e vinse. Scelte! Scelte! Scelte! Quando si tratta di scegliere, prendi l’abitudine di chiederti: “Questa scelta come influirà sul mio carattere, sul rispetto verso me stessa e sulla mia fiducia quando mi avvicino a Dio in preghiera? Come influenzerà il mio rispetto verso le altre persone? Come influirà sulla mia famiglia e su coloro che seguono le mie orme?” La Bibbia ci dà la risposta: “Anche noi, dunque, poiché siamo circondati da una così grande schiera di testimoni, deponiamo ogni peso e il peccato che così facilmente ci avvolge, e corriamo con perseveranza la gara che ci è proposta, fissando lo sguardo su Gesù, colui che crea la fede e la rende perfetta” (Ebrei 12:1-2).

andreaCOSA ASPETTARSI DAL VIAGGIO DELLA VITA (5)
read more

COSA ASPETTARSI DAL VIAGGIO DELLA VITA (4)

No comments

“CORRIAMO CON PERSEVERANZA LA GARA CHE CI È PROPOSTA.” EBREI 12:1

Ecco altre due cose che devi sapere: 1. Le persone sbagliate ti feriranno. Ci sono due gruppi di persone da cui non dovresti mai farti influenzare. Il primo è composto da persone molto bisognose, persone molto negative e persone molto provocatorie. Il secondo da persone molto estenuanti, persone molto dubbiose e persone molto distraenti. Ama queste persone e aiutale il più possibile, ma non farti mai influenzare o guidare da loro. Incoraggiale, ma quando cominciano a tirarti giù invece di sollevarti, allontanati con gentilezza e rimettili alla cura di Dio. 2. Le persone giuste ti aiuteranno. Quando Dio ha un lavoro da svolgere, Egli chiama un uomo o una donna per farlo. Ma raramente li chiama da soli; ne chiama altri per sostenerli e supportarli. Ciò significa che la tua predisposizione a chiedere aiuto non è un segno di debolezza, ma di forza. Paolo dedica un intero capitolo nel Nuovo Testamento ringraziando le persone che lo aiutarono a realizzare la sua visione. Ecco ciò che disse ai Filippesi: “Io ringrazio il mio Dio di tutto il ricordo che ho di voi; e sempre, in ogni mia preghiera per tutti voi, prego con gioia a motivo della vostra partecipazione al Vangelo, dal primo giorno fino ad ora” (Filippesi 1:3-5). Se sei saggio, riconoscerai ciò che Dio non ti ha concesso di fare, lo deleghi a persone qualificate e lavori a partire dai tuoi punti di forza. Ciò richiede umiltà da parte tua, ma alla lunga produce magnifici risultati!

andreaCOSA ASPETTARSI DAL VIAGGIO DELLA VITA (4)
read more