Appoggiarsi al proprio bastone | UCB Italia Skip to content

Gocce dal Cielo

Tutti i giorni un Messaggio di Speranza

Appoggiarsi al proprio bastone

“GIACOBBE… MORENTE… ADORÒ APPOGGIANDOSI… AL SUO BASTONE” EBREI 11:21

La Bibbia dice: “Per fede Giacobbe, morente, adorò appoggiandosi in cima al suo bastone.” Pensa: ogni volta che Giacobbe viveva un’esperienza con Dio, prendeva un coltello e incideva un anello intorno al suo bastone come promemoria. Gli anelli partivano dal basso fino all’alto. Uno di questi sicuramente era associato alla notte in cui lottò con Dio e il suo nome fu cambiato in “Israele, perché tu hai lottato con Dio” (Genesi 32:28). Un altro rappresentava la notte in cui Dio gli diede la visione della scala che saliva fino al cielo. In breve, il bastone di Giacobbe rappresentava una vita intera di esperienze con Dio. Quindi non ci sorprende che sia morto adorando Dio mentre si appoggiava al suo bastone! Ora considera la storia della donna Sunamita in 2 Re 4. Suo figlio improvvisamente si ammala e muore, così Eliseo invia il suo servo Gheazi con il suo bastone per far comprendere alla donna che stava arrivando.

Ma quando Gheazi posò il bastone del profeta sopra il corpo senza vita del ragazzo, non successe niente. Solo quando Eliseo stesso arrivò il ragazzo fu ristabilito (cfr. 2 Re 4:32-35). Il fatto è, non puoi appoggiarti sul bastone degli altri, solo sul tuo! Non puoi vivere sulle esperienze che gli altri fanno con Dio, solo sulle tue. Quando arriva il tempo di affrontare le sfide della vita, compresa la morte, puoi appoggiarti solo sulla fede che hai sviluppato durante il tuo cammino spirituale con Dio. Ecco perché è essenziale essere fedeli e costanti nel tuo percorso spirituale. Appoggiandosi al suo bastone mentre stava per morire, Giacobbe, in sostanza, dichiarava: “Il Dio che mi ha preservato, protetto e fatto prosperare fino ad ora mi accompagnerà per il resto della strada.” Che gloriosa certezza!

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram

Leggi anche…

L’amore per la parola di Dio

“LA TUA PAROLA È UNA LAMPADA AL MIO PIEDE E UNA LUCE SUL MIO SENTIERO” SALMO 119:105 Il salmista evidenzia

Cosa vuol dire meditare?

“IO MEDITERÒ SUI TUOI PRECETTI E CONSIDERERÒ I TUOI SENTIERI” SALMO 119:15 Un’altra parola per meditazione è ruminare. Ruminare è quello

Ordina la tua copia gratuita di Gocce dal Cielo!

Sai che puoi ricevere gratuitamente la tua copia cartacea di “Gocce dal Cielo”. Ordinala per te, per la tua famiglia, per i tuoi amici