Meditazione Gocce dal CIelo

SII RESILIENTE (1)

No comments

“ATTERRATI, MA NON UCCISI.” 2 CORINZI 4:9

Come gli alberi si piegano quando c’è vento, le persone resilienti guadagnano forza dalle avversità, perché sanno come mettere in atto queste cinque cose: 1. Rimangono connesse. Salomone afferma: “Due valgono di più… se l’uno cade… l’altro rialza il suo compagno” (Ecclesiaste 4:9,10). Quando sua figlia fu uccisa, Barbara Smith creò un “gruppo di lutto” per riunire altre persone nella stessa situazione. Lei stessa afferma, “Ci siamo salvati a vicenda”. 2. Monitorano il loro dialogo interiore. Attento a come “fai girare” la tua situazione. Quando ti trovi a parlare in modo negativo, riformula il discorso alla luce di ciò che dice la Scrittura. La Parola di Dio afferma: “La parola è… nella tua bocca” (Romani 10:8) e “Morte e vita sono in potere della lingua” (Proverbi 18:21). Invece si stare seduto a piangerti addosso pieno di paura e rabbia, lamentandoti di come sei arrivato fino a questo punto, concentrati su ciò che puoi controllare: le tue parole! 3. Pongono l’attenzione sui momenti belli della vita. Salomone disse: “Un cuore allegro è… un buon rimedio… uno spirito abbattuto fiacca le ossa” (Proverbi 17:22). Quando le diagnosticarono la sclerosi multipla, Donna Goldman continuò ad insegnare. “Lasciavo che i bambini giocassero con i miei bastoni da passeggio, purché non li usassero come armi!” ironizza. E sulla sua targa c’è scritto: “Torna in piedi” 4. Restituiscono ciò che hanno ricevuto. Dio “ci consola… affinché… possiamo consolare… quelli che si trovano in qualunque afflizione” (2 Corinzi 1:4). Renee Weinhouse, sopravvissuta ad un linfoma al quarto stadio, dirige un gruppo di supporto e afferma: “Niente mi rende più felice del dare speranza agli altri”. 5. Si prendono cura di loro stessi. Una dieta sana e un regolare esercizio fisico aiutano a conservare le aree cerebrali sensibili allo stress. Quando il marito di Deborah Robinson si ammalò di Alzheimer, comprese che “se dovevo stare bene per lui, dovevo innanzitutto stare bene per me stessa”.

andreaSII RESILIENTE (1)
read more

DIO VUOLE CHE TU ABBIA SUCCESSO (4)

No comments

“POICHÉ ALLORA RIUSCIRAI IN TUTTE LE TUE IMPRESE, ALLORA PROSPERERAI” GIOSUÈ 1:8

Nella Scrittura la parola “successo” significa semplicemente conoscere e mettere in pratica la volontà di Dio. È così semplice! Per Giosuè, successo significò entrare nella Terra Promessa, conquistarla, viverci e goderne ogni giorno le benedizioni. Ascolta ciò che Dio gli disse: “Solo sii molto forte e coraggioso; abbi cura di mettere in pratica tutta la legge che Mosè, mio servo, ti ha data; non te né sviare né a destra né a sinistra, affinché tu prosperi dovunque andrai. Questo libro della legge non si allontani mai dalla tua bocca, ma meditalo, giorno e notte; abbi cura di mettere in pratica tutto ciò che vi è scritto; poiché allora riuscirai in tutte le tue imprese, allora prospererai” (vv 7,8). Il vero successo include queste tre cose: 1. Diventare ciò che Dio vuole che tu sia. 2. Fare ciò che Dio vuole che tu faccia. 3. Avere ciò che Dio vuole che tu abbia. Quando raggiungerai gli obiettivi che Lui ha fissato per la tua vita, allora avrai successo. Il rinomato autore e docente universitario Dale Carnegie fece quest’osservazione: “Il successo è ottenere ciò che vuoi. La felicità è volere ciò che hai ottenuto”. Nella loro infinita ricerca di realizzazione, alcuni diventano tanto avidi e ingordi da non sentirsi mai soddisfatti. E volendo sempre di più, non riescono a godere di ciò che Dio ha già dato loro. Il vero successo non è una destinazione, è un viaggio. È la gioia che viene dal progredire. È sapere di essere “nei tempi previsti” per quanto riguarda l’incarico di Dio per la tua vita.

andreaDIO VUOLE CHE TU ABBIA SUCCESSO (4)
read more

DIO VUOLE CHE TU ABBIA SUCCESSO (3)

No comments

“TU LO HAI FATTO DOMINARE SULLE OPERE DELLE TUE MANI, HAI POSTO OGNI COSA SOTTO I SUOI PIEDI” SALMO 8:6

Come sai che Dio vuole il tuo successo nella vita? Per tre ragioni: 1. Perché Egli ti ha creato. Nel libro della Genesi Dio dice: “Facciamo l’uomo a nostra immagine, conforme alla nostra somiglianza” (Genesi 1:26). Le parole “immagine” e “somiglianza” sono importanti. Pensaci: ci capita di dire ai bambini: “Sei la copia di tuo padre; sei proprio uguale a lui!” Poiché sei la creazione più importante di Dio, Egli ha versato in te la Sua mente, la Sua potenza, la Sua saggezza e tutto ciò che ti è necessario per avere successo. Una volta che inizierai ad agire secondo questa verità, il tuo atteggiamento cambierà. 2. Perché tu hai valore. L’attrice Ethel Waters, che accompagnava col canto le crociate di Billy Graham, disse: “Io sono qualcuno, perché il mio Dio non crea cose inutili!” Come suprema creazione di Dio, tu sei il centro della Sua attenzione e del Suo affetto. Il salmista scrive “Quanto mi sono preziosi i tuoi pensieri, o Dio! Quant’è grande il loro insieme! Se li voglio contare, sono più numerosi della sabbia” (Salmo 139:17,18). 3. Perché tutto ciò che Dio ha creato è per te. “Tu lo hai fatto dominare sulle opere delle tue mani, hai posto ogni cosa sotto i suoi piedi”. Significa che riuscirai in tutto? No, “Dio li benedisse; e Dio disse loro: “Siate fecondi e moltiplicatevi; riempite la terra, rendetevela soggetta’” (Genesi 1:28). Dio ti ha donato la Sua autorità e l’abilità di riuscire in ciò che ti ha chiamato a fare. Perciò, invece di pensare come se tu fossi una vittima, inizia a pensare come un vincitore!

andreaDIO VUOLE CHE TU ABBIA SUCCESSO (3)
read more

DIO VUOLE CHE TU ABBIA SUCCESSO (2)

No comments

“IO PREGO CHE IN OGNI COSA TU PROSPERI E GODA DI BUONA SALUTE, COME PROSPERA L’ANIMA TUA” 3 GIOVANNI 2

Gesù disse: “Che giova all’uomo se guadagna tutto il mondo e perde l’anima sua?” (Marco 8:36). Per meglio illustrare il significato, raccontò la storia di un uomo ricco che morendo andò all’inferno e di un uomo povero che invece andò in paradiso. Morale: niente è più importante della salvezza! Certo, ma Dio ha anche un piano per la tua vita e vuole che tu abbia successo. Giovanni scrive “Io prego che in ogni cosa tu prosperi e goda di buona salute, come prospera l’anima tua”. Nota l’affermazione “in ogni cosa.” È inclusa la tua salute, il tuo benessere emotivo e mentale, la tua famiglia e le tue relazioni, la tua professione e le tue finanze. “In ogni cosa” significa: in ogni cosa! Quando Lo cerchi, Gli obbedisci e Lo onori, non esiste un’area della tua vita a cui Dio non sia interessato o a cui non voglia partecipare. Nell’Antico Testamento Dio disse: “Osservate dunque le parole di questo patto e mettetele in pratica, affinché prosperiate in tutto ciò che farete” (Deuteronomio 29:8). E nel Nuovo Testamento Gesù disse: “Cercate prima il regno [di Dio] e la sua giustizia, e tutte queste cose vi saranno date in più” (Matteo 6:33). Non hai forse investito ogni sforzo e attenzione nel successo dei tuoi figli? E quando hanno successo, non festeggi forse insieme a loro? Bene, sei Suo figlio redento, il Padre celeste investe nel tuo successo e festeggia insieme a te. Quindi, inizia oggi a pregare e a credere in Lui per riuscire in tutti i tuoi sforzi.

andreaDIO VUOLE CHE TU ABBIA SUCCESSO (2)
read more

DIO VUOLE CHE TU ABBIA SUCCESSO (1)

No comments

“TUTTE QUESTE COSE VI SARANNO DATE IN PIÙ” MATTEO 6:33

Alcune persone pensano che l’unico scopo di Dio sia quello di salvare le loro anime, di aiutarli a diventare il più moralmente retti e più spiritualmente maturi possibile e, un giorno, portarli in paradiso a vivere con lui. Ed in parte tutto questo è vero. Una cosa non lo è: non è vero che Dio non si interessi al tuo lavoro, alla tua salute, alle tue relazioni, alle tue finanze o ai tuoi sogni e obiettivi, perché per certi aspetti sono dimensioni carnali, mondane e temporanee. Se pensi così, “spiritualizzi” ogni promessa che leggi nelle Scritture e, quando preghi, credi che l’unica cosa che Dio voglia fare sia aiutarti ad essere più spirituale. Osserva le Scritture per capire che cosa Dio dice davvero in proposito. Ti renderai conto che la verità è l’esatto opposto (cfr. Giosuè 1:8; Isaia 48:17; 3 Giovanni 2). Sostenendo che Dio non abbia nessun ruolo nel raggiungimento del tuo successo professionale o nella tua sicurezza finanziaria, contraddici la Sua parola. E quando lo fai, entri in un territorio pericoloso, perché ti consideri l’unica fonte del tuo successo; questo la Bibbia lo chiama orgoglio. Gesù insegnava: “Non siate dunque in ansia, dicendo: ‘che mangeremo? Che berremo? Di che ci vestiremo?’ Perché sono i pagani (coloro che non servono Dio) che ricercano tutte queste cose; il Padre vostro celeste, infatti, sa che avete bisogno di tutte queste cose. Cercate prima il regno [di Dio] e la sua giustizia, e tutte queste cose vi saranno date in più” (Matteo 6:31-33). Quindi, per essere chiari: Dio vuole che tu abbia successo nella vita per le giuste ragioni, e che tu abbia tutto ciò che serve per raggiungerlo.

andreaDIO VUOLE CHE TU ABBIA SUCCESSO (1)
read more

CAMBIA IL TUO ATTEGGIAMENTO

No comments

“A ESSERE INVECE RINNOVATI NELLO SPIRITO DELLA VOSTRA MENTE.” EFESINI 4:23

Possiamo imparare molto sull’importanza del giusto atteggiamento guardando i Figli di Israele. Si stima che circa un milione e mezzo di Israeliti siano usciti dall’Egitto. Dio li liberò dalla schiavitù e li condusse nella Terra Promessa. Un viaggio di circa undici giorni che durò invece quarant’anni. Perché? Per i loro continui lamenti su ogni cosa! Si lamentavano del cibo che Dio mandava dal cielo ogni giorno. E ad ogni ostacolo, erano pronti a rinunciare e a tornare in Egitto, alla schiavitù. La cosa sorprendente è che di quel milione e mezzo di persone, solo due entrarono nella Terra Promessa. Oggi ci sono molti Cristiani liberati dall’Egitto (la loro precedente vita di schiavitù dal peccato), credenti sempre in attesa della Terra Promessa, che però finiscono col vagare nel deserto per tutta la vita, affrontando di continuo gli stessi vecchi problemi. Sei uno di loro? Ti senti come se stessi girando attorno alla stessa montagna da troppo tempo? (cfr. Deuteronomio 2:3). Se è così, ecco la tua risposta: “Avete imparato per quanto concerne la vostra condotta di prima a spogliarvi del vecchio uomo che si corrompe seguendo le passioni ingannatrici; a essere invece rinnovati nello spirito della vostra mente e a rivestire l’uomo nuovo che è creato a immagine di Dio nella giustizia e nella santità che procedono dalla verità” (Efesini 4:22 -24). In altre parole, cambia il tuo atteggiamento!

andreaCAMBIA IL TUO ATTEGGIAMENTO
read more

CONTINUA A EDIFICARE LA TUA FEDE

No comments

“OR SENZA FEDE È IMPOSSIBILE PIACERGLI.” EBREI 11:6

Di solito pensiamo alla fede come alla possibilità di ottenere risposte alle nostre preghiere e ricevere da Dio ciò che solo Lui può dare. E va bene. Ma c’è una ragione più importante per edificare la tua fede. Avere fede significa piacere a Dio. “Senza fede è impossibile piacergli; poiché chi si accosta a Dio deve credere che egli è, e che ricompensa tutti quelli che lo cercano”. Che cosa piace a Dio? La tua fede! Che cosa non piace a Dio? La tua mancanza di fede! In passato, i Cristiani a volte descrivevano il pregare appassionatamente come “prendere d’assalto le porte del cielo”. Era un sentimento sincero, ma non del tutto esatto. La battaglia non è tra te e il cielo! Hai il tappeto rosso di benvenuto per avvicinarti a Dio in qualsiasi momento. “Accostiamoci dunque con piena fiducia al trono della grazia ed essere soccorsi nel momento opportuno” (Ebrei 4:16). Se c’è una battaglia, è tra te e le forze dell’inferno (v. Efesini 6: 12-18). Perché le nostre preghiere a volte non sono efficaci? La Bibbia dice: “A loro però la parola della predicazione non giovò a nulla essendo stata assimilata per fede da quelli che l’avevano ascoltata” (Ebrei 4: 2). Sì, Dio è commosso dai tuoi bisogni, ma risponde alla tua fede. Ecco perché nulla è più importante che edificare la tua fede. In che modo? “La fede viene da ciò che si ascolta e ciò che si ascolta viene dalla parola di Cristo” (Romani 10:17). Immergiti nella Parola di Dio, porta la Parola di Dio in te, prega, e le cose nella tua vita inizieranno a cambiare in meglio.

andreaCONTINUA A EDIFICARE LA TUA FEDE
read more

NON SEMPRE PUOI FIDARTI DEI TUOI SENTIMENTI

No comments

“IL CUORE È INGANNEVOLE PIÙ DI OGNI ALTRA COSA” GEREMIA 17:9

Conosciamo tutti persone ben intenzionate sulle quali però non si può fare affidamento e quindi essere certi che portino a termine gli impegni presi. Per quanto siano gentili, sono inaffidabili. I sentimenti sono così; la maggior parte delle volte non puoi contare su di loro perché non sono in sintonia con ciò che è meglio per te. Sono più interessati a seguire la propria strada. Ad esempio, i nostri sentimenti possono entusiasmarci allo shopping quando non abbiamo soldi da spendere. Ci invogliano a mangiare dolci quando stiamo cercando di evitare calorie in eccesso. Ci inducono a restare svegli fino a tardi la sera a lavorare o guardare la TV, pur sapendo che dobbiamo alzarci presto il giorno successivo. In breve, i nostri sentimenti sono volubili. Cambiano come il vento. Eppure, è incredibile quanto potere diamo loro nella nostra vita. Come credenti, abbiamo qualcosa di più saggio e più affidabile dei nostri sentimenti su cui contare: la Parola di Dio. Quando i nostri sentimenti verso qualcosa sono intensi, è più difficile capire se siano in linea col pensiero di Dio riguardo a quella cosa. Geremia ci avverte: “Il cuore è ingannevole più di ogni altra cosa, e insanabilmente maligno; chi potrà conoscerlo? “Io, il Signore, che investigo il cuore” (v 9-10). E lo fa attraverso la Sua Parola, che è “Più affilata di qualsiasi spada a doppio taglio, e penetrante fino a dividere l’anima dallo spirito… essa giudica i sentimenti e i pensieri del cuore” (Ebrei 4:12). Ecco il risultato: se sei veramente interessato ad elevarti al di sopra dei tuoi sentimenti, lascerai che la Parola di Dio sia il fattore determinante in tutte le tue decisioni.

andreaNON SEMPRE PUOI FIDARTI DEI TUOI SENTIMENTI
read more

CERCA DI AVERE ASPETTATIVE REALISTICHE

No comments

“MANCHIAMO TUTTI IN MOLTE COSE.” GIACOMO 3:2

Sforzarsi di fare meglio è una buona cosa, ma è importante avere aspettative realistiche. Non tutto nella vita è bianco o nero, ci sono aree grigie e alcune “vie di mezzo”. Le situazioni non possono essere perfette sempre o terribili sempre. Saltare un incontro o un evento sociale perché si è in ritardo di cinque minuti o si ha un brufolo sul viso, annullare un intero viaggio per il ritardo di un volo, o sentirsi un essere umano terribile per un errore innocente, è un atteggiamento a volte definito “polarizzante, estremo”. Genera frustrazione e negatività. Per mantenere gioia nella vita, devi accettare di non essere sempre perfetto, così come non lo sono le persone e le cose intorno a te. Quando ti aspetti la perfezione dalla vita, tendi ad aspettarti lo stesso dalle altre persone. E quel tipo di pensiero non realistico non solo riceve un’enorme delusione quando le tue aspettative non vengono soddisfatte, ma esercita una pressione insopportabile sulle persone a cui tieni e alla fine può anche distruggere quelle relazioni. Perché non lasciare un po’ tranquille le persone e smettere di chiedere loro qualcosa che non possono darti? L’apostolo Giacomo disse che manchiamo tutti in molte cose, sbagliamo, siamo offensivi. Quindi, se tutti commettiamo errori, ed è così, impariamo ad accettarlo come parte dell’esperienza umana e rilassiamoci! Domanda: come accettare maggiormente le “aree imperfette” nella tua vita o il modo in cui le aree imperfette di qualcun altro ti influenzano? Prima di rispondere, pensa a questo: “L’amore è paziente, è benevolo” (1 Corinzi 13:4).

andreaCERCA DI AVERE ASPETTATIVE REALISTICHE
read more

TROVA IL TUO POSTO NEL CORPO DI CRISTO (2)

No comments

“MA ORA DIO HA COLLOCATO CIASCUN MEMBRO NEL CORPO, COME HA VOLUTO.” 1 CORINZI 12:18

Vorresti far parte di una chiesa dove le persone sono “più simili a te”? Un gruppo di missionari raggiunse la propria destinazione attraverso le pianure del Kenya con una guida Masai. Lungo il percorso osservarono mandrie di gnu e zebre che migravano insieme. La loro guida spiegò perché due branchi numerosi di specie tanto diverse viaggiassero insieme. Disse che gli gnu hanno una vista scarsa e un ottimo olfatto, mentre le zebre il contrario. Quindi insieme sono meno vulnerabili agli attacchi, perché le loro differenze compensano le loro debolezze. L’apostolo Paolo scrive: “Se tutto il corpo fosse occhio, dove sarebbe l’udito? Se tutto fosse udito, dove sarebbe l’odorato?” (v. 17). Queste parole ti ricordano le zebre e gli gnu, non è vero? Quando entriamo a far parte di un club, di solito scegliamo di stare con persone più o meno simili a noi. Ma l’appartenenza al corpo di Cristo ci unisce a persone diverse da noi, quanto una mano lo è dal naso. Quelle differenze a volte sono simili ad una carezza contro pelo, ma Dio le ha volute per il nostro bene. Le zebre e gli gnu non devono piacersi, ma la loro sopravvivenza e il loro benessere dipendono dall’andare d’accordo. La tua crescita spirituale non dipende dall’andare d’accordo con tutti, ma dipende dall’amarli abbastanza per vivere insieme piacevolmente!

andreaTROVA IL TUO POSTO NEL CORPO DI CRISTO (2)
read more