My Blog

IL PROTOCOLLO PER LA CHIESA

No comments

“ENTRATE NELLE SUE PORTE CON RINGRAZIAMENTO, NEI SUOI CORTILI
CON LODE; CELEBRATELO, BENEDITE IL SUO NOME” SALMO 100:4

Una domenica, un uomo dall’aspetto semplice e accademico entrò in una chiesa dei Paesi Bassi e si sedette vicino al pulpito. Pochi minuti dopo, una signora si avvicinò al banco. Vedendolo occupato da uno sconosciuto, disse bruscamente che quello era “il suo posto”. Lui cortesemente si scusò e andò a sedersi in uno dei banchi in fondo alla chiesa, riservati ai poveri. Da lì seguì la celebrazione e al termine se ne andò senza ulteriori incidenti. Una volta terminato il servizio, un’amica della donna le chiese se sapeva a chi avesse ordinato di alzarsi dal “suo” banco. “No”, rispose la donna con noncuranza, “solo un estraneo, suppongo”. Fu scioccata nel sapere dalla sua amica che lo sconosciuto era il re Oscar di Svezia, in visita in Olanda per incontrare la loro regina. C’è qui una lezione da imparare. Sia che tu vada in una chiesa grande o in una piccola, Gesù, il capo della chiesa, disse: “Dove due o tre sono riuniti nel mio nome, lì sono io in mezzo a loro” (Matteo 18:20). Ciò significa che Gesù, il Re dei re, sarà presente. Devi riconoscere la Sua presenza, adorarlo e farne il centro della tua attenzione. Diversamente, potresti benissimo associarti ad un qualsiasi club o restare a casa. Il salmista ci dà il protocollo per la chiesa: “Entrate nelle sue porte con ringraziamento, nei suoi cortili con lode; celebratelo, benedite il suo nome. Poiché il Signore è buono; la sua bontà dura in eterno, la sua fedeltà per ogni generazione” (Salmo 100:4-5)

andreaIL PROTOCOLLO PER LA CHIESA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *