My Blog

SII GENEROSO CON DIO

No comments

“ELIA LE DISSE: “NON TEMERE”. 1 RE 17:13

Immagina una madre e suo figlio, in un periodo di dura carestia, con cibo sufficiente per un ultimo misero pasto. Ora, immagina Elia dirle: “Condividi con me ciò che hai, non temere. Dio provvederà più del necessario per sostenerti”. Ebbene, tu, che cosa avresti fatto? Questa donna scelse di obbedire a Dio. Di conseguenza, sopravvisse al periodo di carestia e venne elogiata da Gesù in uno dei Suoi sermoni. Esistono due categorie di donatori: chi dona a Dio i propri “avanzi” e che dona le “primizie” di ciò che ha (cfr. Proverbi 3:9). I primi si vedono unici responsabili della soddisfazione dei propri bisogni e lasciano per l’opera di Dio il rimanente. Ma il limite di dare ciò che avanza è che la generosità dipende dall’autosufficienza economica. Di fronte ad incertezze e difficoltà materiali, la generosità passa in secondo piano. Al contrario, chi dona a Dio le primizie del proprio lavoro, ammette che è Lui la fonte di ogni loro bene. Per questo curano innanzi tutto i Suoi interessi e solo in un secondo tempo, i propri. Credono al principio Biblico che il raccolto sarà più abbondante della semina (cfr. 2 Corinzi 9:6-11). Il timore ti farà agire in modo irrazionale e in contrasto con le tue convinzioni più profonde. Non è forse logico affidare a Dio anche l’aspetto economico della tua vita, dal momento che tutto Gli appartiene? E affidargli con fiducia qualcosa che comunque non puoi controllare? Rifletti: affidi a Dio il tuo destino eterno, ma respingi la Sua proposta di essere il tuo partner finanziario. Ti sembra che abbia senso? In verità, non potrai mai dare più di quanto può darti Dio; dunque, sii generoso!

andreaSII GENEROSO CON DIO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *