My Blog

SII RESILIENTE (1)

No comments

“ATTERRATI, MA NON UCCISI.” 2 CORINZI 4:9

Come gli alberi si piegano quando c’è vento, le persone resilienti guadagnano forza dalle avversità, perché sanno come mettere in atto queste cinque cose: 1. Rimangono connesse. Salomone afferma: “Due valgono di più… se l’uno cade… l’altro rialza il suo compagno” (Ecclesiaste 4:9,10). Quando sua figlia fu uccisa, Barbara Smith creò un “gruppo di lutto” per riunire altre persone nella stessa situazione. Lei stessa afferma, “Ci siamo salvati a vicenda”. 2. Monitorano il loro dialogo interiore. Attento a come “fai girare” la tua situazione. Quando ti trovi a parlare in modo negativo, riformula il discorso alla luce di ciò che dice la Scrittura. La Parola di Dio afferma: “La parola è… nella tua bocca” (Romani 10:8) e “Morte e vita sono in potere della lingua” (Proverbi 18:21). Invece si stare seduto a piangerti addosso pieno di paura e rabbia, lamentandoti di come sei arrivato fino a questo punto, concentrati su ciò che puoi controllare: le tue parole! 3. Pongono l’attenzione sui momenti belli della vita. Salomone disse: “Un cuore allegro è… un buon rimedio… uno spirito abbattuto fiacca le ossa” (Proverbi 17:22). Quando le diagnosticarono la sclerosi multipla, Donna Goldman continuò ad insegnare. “Lasciavo che i bambini giocassero con i miei bastoni da passeggio, purché non li usassero come armi!” ironizza. E sulla sua targa c’è scritto: “Torna in piedi” 4. Restituiscono ciò che hanno ricevuto. Dio “ci consola… affinché… possiamo consolare… quelli che si trovano in qualunque afflizione” (2 Corinzi 1:4). Renee Weinhouse, sopravvissuta ad un linfoma al quarto stadio, dirige un gruppo di supporto e afferma: “Niente mi rende più felice del dare speranza agli altri”. 5. Si prendono cura di loro stessi. Una dieta sana e un regolare esercizio fisico aiutano a conservare le aree cerebrali sensibili allo stress. Quando il marito di Deborah Robinson si ammalò di Alzheimer, comprese che “se dovevo stare bene per lui, dovevo innanzitutto stare bene per me stessa”.

andreaSII RESILIENTE (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *