My Blog

KILLERS DI SOGNI (4)

“IL MIO SERVO CALEB È STATO ANIMATO DA UN ALTRO SPIRITO.” NUMERI 14:24

Caleb fu veramente notevole. Nessun piano di pensione o sedia a dondolo per quest’uomo! A ottantacinque anni sognò di ottenere la sua propria montagna nella Terra Promessa. E sebbene vi fossero dei giganti che vi vivevano, questi non lo scoraggiarono nemmeno un po’. Quando la gente intorno a lui vide i giganti e volle tornare indietro, Caleb incluse Dio nell’equazione e disse: “ne faremo nostro pascolo; l’ombra che li proteggeva si è ritirata e il Signore è con noi; non li temete” (Numeri 14:9). Nota le parole: “Ne faremo nostro pascolo.” Crescendo nella fede inizi a “divorare” le cose che il nemico ti lancia e come risultato diventi più forte. Conclusione: Puoi scegliere di mimetizzarti o distinguerti! Dio disse: “Ma il mio servo Caleb è stato animato da un altro spirito e mi ha seguito pienamente; perciò io lo farò entrare nel paese nel quale è andato; e la sua discendenza lo possederà.” (Numeri 14:24). Nota, Caleb aveva “un altro spirito”, e questo ci porta ad un altro uccisore dei sogni da vincere: la mancanza di fiducia. I sogni sono fragili. E sono al più alto rischio quando ti sono nuovi, quando le persone che ami e che rispetti non li approvano e quando il tuo passato non ha successi da raccontare per darti fiducia. Questo è il punto in cui devi conoscere Dio per te stesso e avere una relazione con Lui. “Ma il popolo di quelli che conoscono il loro Dio mostrerà fermezza e agirà” (Daniele 11:32). La parola “agirà” indica che Dio può mostrarti come agire, utilizzare, trarre vantaggio da e trovare opportunità anche nelle peggiori circostanze.

KILLERS DI SOGNI (4)